Alassio Salute Centro Medico Specializzato ad Alassio

Aperto 7/7

Dalle 9 alle 19

tel 0182 648631
cell 346 1635400
fax 0182 640522

Dal 5 Febbraio la struttura si arricchisce di un esperta in sessuologia e ginecologia: la Dr.ssa Abbiati.

Le curve fisiologiche della colonna e l’allineamento posturale

LE CURVE FISIOLOGICHE

La colonna vertebrale può essere suddivisa in quattro regioni che, partendo dall’alto possiamo denominare: cervicale, dorsale, lombare e sacrale.
Nell’adulto è rettilinea sul piano frontale (se così non fosse parleremmo di scoliosi) e divide esattamente il corpo in due parti simmetriche, mentre sul piano sagittale presenta quattro curve: due a convessità anteriore e due a convessità posteriore.colonna-1

Le curve anteriori sono nelle regioni cervicale e lombare e sono dette lordosi la cui caratteristica è la mobilità, mentre quelle posteriori sono nelle regioni dorsale e sacrale e sono denominate cifosi la cui caratteristica è la rigidità. Proprio l’alternanza tra curvature più mobili (lordosi) e più rigide (cifosi) ci permette la struttura eretta e, allo stesso tempo, la grande flessibilità e mobilità, distribuendo in maniera corretta gli stress meccanici.

Le curve e la flessibilità sono elementi importanti per contrastare la forza di gravità ed altre forze esterne.
Ossa, muscoli, articolazioni ed arti inferiori sono progettati per l’appoggio del peso, il sostegno e l’ equilibrio del tronco. Le curve fisiologiche sono pertanto benefiche per la colonna vertebrale, le conferiscono una maggiore capacità di ammortizzare le pressioni e le sollecitazioni. E’ normale avere un certo grado di lordosi e di cifosi, non è normale che aumentino (iperlordosi e ipercifosi), ma non è positivo neppure che si riducano. Le attività lavorative e sportive ma anche la sedentarietà costringono ad assumere atteggiamenti che alterano le curve fisiologiche.

Il tratto lombare della colonna vertebrale è quello che sorregge l’intero peso della parte superiore del corpo, peso che viene trasmesso al bacino quando si è seduti e alle gambe quando si sta in piedi, si cammina e si corre, ne consegue quindi che questa è la regione in cui i dolori compaiono con maggiore frequenza. E’ per questo che le vertebre lombari sono necessariamente più sviluppate per poter sostenere il carico maggiore a cui è sottoposta la regione lombare.

colonna-2LE ALTERAZIONI DELLE CURVE FISIOLOGICHE

    • accentuazione: ipercifosi e/o iperlordosi
    • diminuzione: ipocifosi e/o ipolordosi
    • estensione: cifosi toracolombare e lordosi toraco lombare

colonna-3

  • scomparsa: dorso piatto
  • inversione

L’ALLINEAMENTO POSTURALE

L’effetto della forza di gravità sulle strutture corporee è responsabile del mantenimento del corpo in postura eretta ed è una continua sfida per l’equilibrio ed il movimento. Per essere stabile, un’articolazione su cui poggia il peso del corpo, deve avere una linea di gravità che cada esattamente attraverso le assi di rotazione oppure ci deve essere una forza, muscolare che annulli la gravità.

Nella postura eretta la linea di gravità taglia trasversalmente le curve fisiologiche della colonna che sono equilibrate anteriormente e posteriormente ed è contenuta nelle assi di rotazione degli arti inferiori.

STANDARD DELLA POSTURA ERETTA IN EQUILIBRIO

Ogni parte del corpo possiede un proprio centro di gravità, il centro di gravità del corpo è la risultante della somma di ognuno di essi. La proiezione al suolo del centro di gravità colonna-5dell’essere umano in stazione eretta, è la linea verticale ideale che cade al centro dell’area delimitata dalla superficie di appoggio dei piedi. Dal punto di vista biomeccanico, nella postura ideale simmetrica del corpo di profilo, la proiezione verticale del centro di gravità (o baricentro risultante) passa:

  • anteriormente al malleolo laterale
  • anteriormente all’articolazione del ginocchio
  • attraverso all’articolazione dell’anca
  • attraverso la maggior parte delle vertebre lombari
  • attraverso l’articolazione acromio-clavicolare
  • attraverso le vertebre cervicali *
  • attraverso il meato acustico esterno.

All’osservazione anteriore o posteriore, il corpo appare diviso in due parti perfettamente simmetriche e la proiezione verticale del centro di gravità passa attraverso il centro malleolare.

Il Team di FKT e Palestra di AlassioSalute
La responsabile Dott.ssa Angela Gatta

Edinet - Realizzazione Siti Internet